Skip to main content
Educare nel bello

Stato

Aperto

Data di pubblicazione

22 Febbraio 2024

Data di scadenza

30 Settembre 2024

Sfida

Settore


Condividi:

Educare nel bello

Nell’ambito della Sfida +Sostenibilità e delle iniziative in tema di Rigenerazione, la Fondazione CRC promuove nel corso del 2024 il Bando Educare nel bello. Il bando intende promuovere la bellezza all’interno degli spazi scolastici affinché le scuole possano divenire luoghi di eccellenza educativa, aperti al territorio e capaci di coinvolgere gli studenti in un’ottica di responsabilizzazione e presa in carico degli spazi educativi.

Il termine per partecipare scade il 30 settembre 2024

SCARICA IL BANDO>
SCARICA LE FAQ>
SCARICA IL KIT PER LE SCUOLE>
VAI ALL’AREA ROL>

Faq

Posso partecipare al bando anche se non ho partecipato al contest?

Il bando prevede alla pagina 3 quanto segue.

L’iniziativa Educare nel bello si sviluppa in due diverse misure:

  1. un bando dedicato alle scuole di ogni ordine e grado finalizzato a portare bellezza nei luoghi di apprendimento e benessere nelle relazioni;
  2. un contest “Una scuola da sogno” aperto a tutta la collettività come momento di ascolto di sogni, ideali, valori fondanti l’idea di scuola in tutti i soggetti della comunità.

Pertanto è possibile .

Presentazione del bando

SCARICA LE SLIDE>
Guarda il webinar di presentazione del bando https://youtu.be/eRuQ7KKtCJs?si=9Oo2qNB-ddML_Ycm

Devi accettare i cookie statistiche, marketing per visualizzare questo contenuto

Oggetto del bando

Il bando Educare nel bello intende finanziare iniziative che hanno carattere di manutenzione ordinaria, abbellimento, riorganizzazione e utilizzo degli spazi di tutta la scuola, senza distinzione di
spazi didattici e non didattici, in linea con le parole chiave espresse nell’introduzione del bando. Sono considerati ammissibili interventi di riorganizzazione funzionale degli spazi interni ed esterni e di allestimento con arredi e materiali funzionali al bello, al benessere, alla creatività. Sono inoltre ammissibili interventi di rilevamento e soluzioni smart su luce, aria, calore e rumore per un ambiente interno sano e funzionale all’apprendimento. Sono altresì ammissibili momenti di aggiornamento funzionali alla didattica in relazione alla riorganizzazione degli spazi così come attività di valorizzazione e animazione degli spazi in orari di scuola o extra-scuola.

Budget e risorse dei progetti

Il budget complessivo del bando Educare nel bello è di 600 mila euro. Il contributo richiesto potrà essere compreso tra minimo 10 mila euro e massimo 30 mila euro a
progetto. I progetti possono prevedere interventi coerenti tra loro e sviluppati su più plessi scolastici.

Soggetti ammissibili

Il bando è aperto all’intero territorio della provincia di Cuneo. Istituti scolastici statali o paritari dalla scuola dell’infanzia alla scuola secondaria di secondo grado e Agenzie di Formazione professionale con corsi di obbligo di istruzione con sede in provincia di Cuneo. Soggetti proprietari degli immobili o enti e associazioni del territorio che collaborano con gli istituti scolastici, potranno essere considerati partner del progetto se enti ammissibili e in presenza di accordi formali. Ciascun ente capofila potrà presentare una unica richiesta di contributo.

Modalità di presentazione

La richiesta di contributo dovrà essere presentata esclusivamente in formato elettronico mediante procedura ROL entro e non oltre le ore 23.59 del 30 settembre 2024.

Concorso “Una scuola da sogno”

Guardare con occhi nuovi il mondo che ci circonda permette di sviluppare la sensibilità e la cura del patrimonio intorno a noi.

Il concorso una scuola da sogno nasce con l’intento di sollecitare la comunità educante a diventare parte del processo di cambiamento e delle scelte sul futuro della scuola.

La Fondazione CRC, all’interno della Sfida +Sostenibilità, propone il bando Educare nel Bello con l’obiettivo di promuovere la bellezza all’interno degli spazi scolastici affinché le scuole possano divenire luoghi di eccellenza educativa, aperti al territorio e capaci di coinvolgere gli studenti in un’ottica di responsabilizzazione e presa in carico degli spazi educativi.

VAI ALLA PAGINA DEL CONCORSO>

SCARICA L’ELENCO DELLE SCUOLE VINCITRICI>