Skip to main content
Bando distruzione

Stato

Aperto

Data di pubblicazione

23 Novembre 2023

Sfida

Settore


Condividi:

Bando distruzione

Dopo le positive esperienze delle edizioni precedenti, la Fondazione CRC prosegue e rafforza il suo impegno a favore del contesto ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo promuovendo il Bando Distruzione, nell’ambito della sfida +Sostenibilità, finalizzata a incentivare la salvaguardia, la prevenzione, la valorizzazione e la fruizione del paesaggio e dell’ambiente naturale per stimolare lo sviluppo culturale, turistico, sociale ed economico.

Solo per l’edizione in corso, in considerazione dell’eccezionalità legata alla ricorrenza nell’anno 2024 del decennale di iscrizione del paesaggio vitivinicolo di Langhe Roero e Monferrato nella lista dei siti del patrimonio Mondiale Unesco, viene riservata una sezione dedicata ai comuni della provincia di Cuneo facenti parte di quest’area.

Il termine per partecipare scade il 15 marzo 2024

SCARICA IL BANDO >
ALLEGATO A >
VAI ALL’AREA ROL>
GUARDA IL WEBINAR DI PRESENTAZIONE DEL BANDO>

Obiettivi

Il bando ha l’obiettivo di:
– distruggere le brutture e ripristinare la bellezza di un contesto paesaggistico e ambientale;
– coinvolgere le comunità nella “presa in carico” del luogo, attraverso processi di partecipazione attiva.

Fondazione CRC coinvolgerà la comunità nel processo di selezione dei contesti su cui intervenire attraverso il sito www.bandodistruzione.it

Oggetto

Il bando Distruzione potrà accogliere richieste riguardanti interventi di miglioramento di uno specifico contesto urbano, ambientale e paesaggistico della provincia di Cuneo attraverso azioni di
demolizione, mitigazione ed eliminazione delle incoerenze. Tutti gli interventi dovranno prevedere il coinvolgimento delle comunità nel processo di progettazione, realizzazione e condivisione
dell’intervento.

Misure

Il Bando Distruzione prevede due Misure:

  • MISURA 1 – provincia di Cuneo: interventi di demolizione ed eliminazione edifici o strutture inutilizzate e/o fatiscenti e ripristino e riprogettazione dell’area: risorse disponibili 350 mila euro.
    Ogni iniziativa potrà richiedere un importo massimo di 50 mila euro per ogni intervento. Sono considerati ammissibili progetti di demolizione di edifici o parti di essi, di strutture inutilizzate o incoerenti con il contesto e la proposta di ripristino dell’area sgombra dell’intervento.
  • MISURA 2 – area UNESCO: interventi di mitigazione: risorse disponibili 100 mila euro. Ogni iniziativa potrà richiedere un importo massimo di 25 mila euro per ogni intervento.
    Questa misura sarà destinata ai soli comuni rientranti nella zona UNESCO (core e buffer zone) – vedi Articolo 4. Territorio di riferimento. Sono considerati ammissibili proposte di mitigazione di brutture e deturpazioni o di strutture necessarie ma incoerenti con il contesto. Sono considerati ammissibili proposte in merito alla mitigazione di brutture e deturpazioni o di strutture necessarie ma incoerenti con il contesto.

Budget

Il bando ha un budget complessivo di 450 mila euro e ciascun progetto dovrà garantire una quota minima di cofinanziamento almeno pari al 20% del costo totale dell’iniziativa

Enti ammissibili

Le candidature devono essere presentate da enti ammissibili ai sensi dell’art. 11, commi 1,2,3 e 6, Titolo IV del Regolamento Attività Istituzionali.

Tempi

La richiesta deve essere presentata esclusivamente in formato elettronico mediante procedura ROL attivata appositamente sul sito internet della Fondazione CRC (www.fondazionecrc.it) entro e non oltre il 15 marzo 2024.

Storico edizioni