GrandUPStory ChiamaBus un servizio per viaggiare sicuri e in compagnia in provincia di Cuneo

Per la rubrica GrandUPStory, oggi vi presentiamo il team di ChiamaBus, un progetto che permette di viaggiare in compagnia, con un autista a prezzi di mercato anche nelle aree interne che non hanno un servizio di trasporto pubblico. Con la loro idea sono stati ammessi a Design Your Impact, la seconda fase di GrandUP!, il progetto di accelerazione di impresa a impatto sociale per la provincia di Cuneo, realizzato dalla Fondazione CRC insieme a SocialFare, in collaborazione con le principali associazioni di categoria.

Il loro progetto non è passato inosservato a livello nazionale, dove il Comune di Lisio si è aggiudicato la menzione speciale per la provincia di Cuneo, nell'ambito del Premio Piemonte Innovazione, promosso da ANCI Piemonte in collaborazione con Forum PA e realizzato con il nostro contributo.

Avete a disposizione lo spazio di un tweet, in cosa consiste il vostro progetto?
ChiamaBus è un progetto di mobilità sostenibile pensato sul basso Piemonte in particolare sul Cebano. Si tratta di un servizio che ti porta dove vuoi all’ora che vuoi senza vincoli di tratta e con un servizio di un minibus dedicato al cliente.
🎨 Il progetto raccontato da un’immagine: Una lavagna con il disegno di uno smartphone e un pullman
🎧 Il progetto raccontato con una canzone: “Sì, Viaggiare”di Lucio Battisti

Quale problema avete riscontrato in provincia di Cuneo e come volete provare a risolverlo?
Il problema che abbiamo riscontrato è l’inefficienza della rete di trasporto pubblico nelle nostre aree. Abbiamo individuato un disagio dal sentito collettivo della comunità ossia dall’insieme delle esperienze personali dei cittadini dell’Unione Montana Valle Mongia Cevetta, Langa Cebana alta Valle Bormida.

Come è nata l’idea?
Dopo anni di lamentele implicite dalla popolazione, insoddisfatta e sempre meno abituata a muoversi collettivamente, il Sindaco di Lisio ha provato, attraverso una collaborazione con la scuola di cui facciamo parte, a individuare una soluzione ottimale. Abbiamo lavorato insieme all’Università di Savona e ad un esperto di logistica e trasporti per sviluppare il progetto.

Chi c’è dietro al progetto? Presentateci il vostro team!
I ragazzi del Baruffi. Abbiamo studiato con un ingegnere esperto di mobilità e l'Università di Genova che ci ha insegnato ad usare il Solver per la gestione delle tratte. Marco Lombardi, Sindaco di Lisio,  esperto in materia informatica che ci può dare aiuto con i rapporti con gli enti pubblici interessati dal progetto di trasporto e Mauro, un NCC, che già lavora con un suo minibus sul territorio.

 A che punto è il vostro progetto?
Abbiamo già sviluppato l’idea di impresa sociale e ipotizzato un'applicazione concreta del progetto sul territorio, teorizzandone costi e ricavi. In particolare, siamo tra la fase di prototipizzazione e la verifica della sostenibilità del modello.

Qual è l’impatto sociale che vorreste generare?
A lungo termine ci aspettiamo una riduzione dell’inquinamento ambientale, una maggiore sicurezza stradale e di creare una rete che possa possa generare un beneficio per l’intera comunità.

Chi vuole sapere qualcosa di più sul vostro progetto dove può trovarvi on-line e off-line?
Può contattare la scuola o il Sindaco di Lisio,  che ci ha aiutato a sviluppare tutte le varie fasi

Vuoi saperne di più del progetto GrandUP? Ti aspettiamo su: http://www.grandup.org

Tutti gli articoli del blog

Vuoi essere sempre aggiornato sulle iniziative della Fondazione CRC?
Iscriviti alla newsletter


Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione
* Accetto la Privacy Policy

Biblioteca

Risorse
Quaderni

Spazio Incontri

Presentazione
Form